Le origini della scherma a Terni vanno ricercate oltre 500 anni fa e sono da ricondurre all’antesignano e capostipite degli spadaccini: Ludovico Aminale, uno dei tredici italiani della famosa disfida di Barletta del febbraio 1503.

Quando, oltre tre secoli dopo, i ‘Mille’ deposero le armi, il Ministro della Guerra, generale Riccotti, nominò il garibaldino ternano, Augusto Mezzetti, Maestro di scherma. Mezzetti presentò al Sindaco di Terni una proposta per l’impianto di una scuola di scherma. La lettera che reca la data 31 luglio 1886 fu controfirmata da 4000 cittadini.

Era cosi nata la prima scuola di scherma a Terni. L’attività veniva seguita da un’apposita commissione comunale di vigilanza. La scuola fu chiusa il 31 dicembre 1892, per riaprire verso gli anni venti sotto la guida del Maestro d’armi Ferdinando Casoretti e per molto tempo l’attività schermistica fu portata avanti grazie all’entusiasmo spontaneo degli atleti.

Il primo sodalizio venne fondato nel 1938, il suo nome era ‘Circolo Schermistico Ternano’ ed era affiliato alla Federazione Italiana Scherma; il maestro era Giorgio Pessina, che insegnò a Terni fino alla metà del 1941. A lui succede per circa un anno Athos Perone che poi lasciò il posto a Dante Galante. Dopo gli eventi bellici, nel 1946, sotto richiesta del Commissario Waro Ascensioni il circolo venne rifondato e dal 1947 fu ripresa l’attività agonistica.

Il periodo tra gli anni ’50 e ’60 fu per gli atleti del circolo particolarmente favorevole e le migliori soddisfazioni, arrivarono dalla sciabola, l’arma preferita del maestro Dante Galante. Nel 1958 le redini furono prese in mano da Waro Ascensioni che chiama a dirigere la scuola il Maestro Italo Mazzucchelli. Sotto la dirigenza di Ascensioni, che durò fino al 1981, fu condotta una rigorosa gestione finanziaria che consentì un ripianamento economico e l’incremento del numero degli allievi.

Dal 1989 la guida del circolo viene affidata a Paolo Meriziola, che chiama tra i Maestri prima Giulio Tomassini e poi Filippo Romagnoli. Il circolo attira sulle proprie pedane atleti di livello mondiale quali Valentina Vezzali e Margherita Grambassi. Nel 2010 il Presidente del CONI, On. Gianni Petrucci, conferisce al Circolo Scherma Terni la ‘Stella d’oro del Comitato Olimpico Nazionale al Merito Sportivo’. Nel 2013  Paolo Merizola lascia la poltrona di presidente ad Alberto Tiberi che è attualmente in carica. Dal 2015 Terni è ‘City Partner’ della FIS grazie ad un accordo siglato tra l’allora sindaco Di Girolamo ed il Presidente della Federazione Giorgio Scarso. Tale accordo, seguito e coordinato dal Presidente Alberto Tiberi, ha garantito alla storica società l’organizzazione costante di eventi nazionali ed internazionali come il Campionato Europeo Master e la Prova Nazionale Cadetti, sempre organizzati alla perfezione grazie anche e soprattutto al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni che è stata costantemente e fattivamente vicina alla società